Dania

Commedia musicale in tre atti

A cavallo tra gli anni Venti e Trenta del Novecento, Elena Bonzanigo (1897-1974) scrisse il libretto per l’opera musicale Dania, la cui vicenda riprende la commedia-balletto di Molière Le sicilien ou l’amour peintre.

Bonzanigo rielaborò la struttura del testo originale, dividendo le scene in tre atti e inserendo nell’intreccio drammaturgico dei momenti lirici volti ad approfondire la complessità dei personaggi. Ne risulta un’interpretazione nuova della commedia che, a differenza del testo molierano, è incentrata sulla protagonista femminile, la giovane greca Dania, che dà il titolo all’opera, vero e proprio motore trainante della vicenda.

La Dania fu musicata da Luigi Tosi (1881-1957) e messa in scena nell’estate del 1930 al Teatro Sociale di Bellinzona. Nonostante il grande successo di pubblico, negli anni successivi il libretto non fu più inserito nelle stagioni operistiche, né pubblicato. Si propone ora la prima edizione critica e commentata del testo: il volume – corredato da una ampia introduzione, atta a contestualizzare il libretto nel panorama culturale coevo – permette di riscoprire nell’opera di Bonzanigo un capitolo poco noto della storia letteraria e musicale della Svizzera italiana.

Informazioni aggiuntive

  • anno: 2019
  • numero collana: 28
  • pagine: 172
  • ISBN: 978-88-944244-2-3
  • prezzo: € 12 (i.i)
  • acquista: amazon.it assicurati di acquistare da Luciana Tufani Editrice 

Avatar

nata a Locarno (Canton Ticino, Svizzera) nel 1991. Ha studiato Italianistica, Germanistica e Gender Studies presso l’Università di Zurigo, dove ha discusso la tesi di laurea (“La Dania di Elena Bonzanigo”, sotto la direzione di Tatiana Crivelli) nel 2016. Dal 2017 lavora presso la cattedra di Letteratura italiana del Romanisches Seminar zurighese, dove collabora al progetto finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca «Una gita a Chiasso: trent’anni di sconfinamenti culturali tra Svizzera e Italia (1935-1965)». Attualmente sta elaborando una tesi di dottorato incentrata sulla circolazione della letteratura italofona a Zurigo negli anni tra le due guerre mondiali.