passioni

Passioni

Passioni umane e letterarie di Virginia Woolf, Vita Sackville-West, Marguerite Yourcenar.

Un saggio critico appassionante, opera di una studiosa appassionata.

«Un giorno Anna Verna mi disse che stava scrivendo questo libro, e cominciò a parlarmene. Nessuno è seduttivo e convincente come una creatura appassionata che si appassiona a un soggetto: poco alla volta, suscitò in me l’interesse, che divenne curiosità, per trasformarsi in desiderio di leggere altre opere di Sackville-West, Woolf e Yourcenar.
Ma Anna riuscì anche in un altro sortilegio: quello di trasformare delle forme in persone. Mi parlava di Vita, Virginia e Marguerite come le avesse conosciute di persona: raccontava le loro vicende biografiche senza la tragica fissità dei necrologi, e l’analisi che andava facendo delle opere possedeva tutto meno il distacco dell’entomologo.
Questo suo coinvolgimento coinvolgente provocò un curioso fenomeno quando cominciai a immergermi nei loro libri: le parole cessarono di essere muti, piatti segni grafici e, quasi fossero state percorse da un brivido, da un alito vivo, palpitante, presero a evocare suoni, colori, emozioni. La lettura divenne così un’esperienza totale, che impegnava tutti e cinque i sensi, e la distinzione tra immaginazione e realtà divenne sfumata e aleatoria.»

Informazioni aggiuntive

  • anno: 2012
  • numero collana: 21
  • pagine:230
  • ISBN:9788886708586
  • prezzo: amazon.it assicurati di acquistare da Luciana Tufani Editrice
Avatar

Anna Maria Verna, già docente di Storia delle donne presso la facol-tà di Scienze politiche dell’università di Torino, è autrice di numerose opere nel campo degli Women’s Studies. Nell’ambito di questo tipo di studi ha pubblicato: Donne e cultura, con un’intervista a Simone de Beauvoir (1977); Autonomie politique du féminism italien in «Les Temps Modernes» (1978); Patriarcato e potere nel pensiero politico di Thomas Hobbes e John Locke (1982), Jean-Jacques Rousseau e la nascita del ‘maternage’ (1988); Alterità. Le metamorfosi del fem-minile da Platone a Lévinas(1990); Donne del Grand Siècle (1994); Simone Weil. La provocazione dell’intel-ligenza (1999); Sara Kofman: le seduzioni del doppio (2003); è autrice della voce “Patriarcato” in Glossario. Lessico della differenza (2007). Con le edizioni Tufani pubblicato Utopia e femminismo (2009, in collaborazione con Piera Vaglio Giors), Passioni, un saggio su Virginia Woolf, Vita Sackville-West, Marguerite Yourcenar (2012). Stein Paris (2014), Gertrude Stein. Identità e genere. Temi di una scrittura magica (2016, in collaborazione con Giulietta Rovera).