disgelo

Disgelo – Desglaç

Traduzione e cura Maria Pertile

Nell’incipit del suo primo libro, Cau de llunes, Maria Mercè Marçal ringraziava la sorte di tre doni: essere nata donna, di classe sociale umile e di nazione oppressa. Tre doni che la scrittrice rivendicava e che ispireranno sia la sua produzione poetica e letteraria che la sua azione di promozione della cultura e della lingua catalana.

Maria Mercè Marçal è tra le voci più potenti della poesia catalana del secondo Novecento. Desglaç-Disgelo, l’ultimo suo libro di versi (pubblicato sia da solo che nel volume Llengua abolida di cui costituisce la sesta parte), è il testamento poetico dell’autrice e contiene la ricapitolazione della sua esperienza umana. Due sono i motivi che provocano il “disgelo” e due i temi della raccolta: la morte del padre e l’amore per la donna, fina amor, a cui viene offerta in dono e dedicata la raccolta stessa.

Informazioni aggiuntive

  • anno : 2007
  • numero collana: 2
  • pagine: 211, con testo a fronte
  • ISBN: 978-88-86780-65-0
  • prezzo: € 12,00
  • acquista: amazon.it assicurati di acquistare da Luciana Tufani Editrice
Maria Mercè Marçal

Maria Mercè Marçal (1952-1998), autrice di lingua catalana, è nota soprattutto per la sua produzione poetica che comprende Cau de llunes(1973-76), Bruixa de dol (1977-79), Sal oberta e Escares (1980-82), Terra de Mai (1982), La germana, l'estrangera (1981-84; l'edizione 1985 include anche Terra de Mai), Desglaç (1984-85). Le sei raccolte sono state poi riunite in un unico volume, Lllengua abolida, nel 1989. Nel 2000 è uscita postuma la raccolta Raó del cos e nel 2001 l'antologia Contraban de llum (2001). Nel 1994 Maria Mercè Marçal ha pubblicato il suo unico romanzo, La passió segons Renée Vivien, che è stato accolto con grande apprezzamento e ha vinto i più importanti premi letterari. La passione secondo Renée Vivien è stata tradotta e pubblicata in Italia dalla nostra casa editrice nel 2007, contemporaneamente a Disgelo-Desglaç. Da qualche anno, ad opera della figlia e della compagna Fina Birulés, è nata a Barcellona la Fondazione Maria Mercè Marçal.